Fahrenheit 451 per HBO

Alla fine i libri vengono sempre bruciati. Ritenuti pericolosi per la stabilità sociale perché veicolo di idee, dell’informazione e della conoscenza, il pane della mente. Se vuoi annullare una persona devi bruciare un libro, perché bruciare un libro equivale a bruciare un essere umano. Si punisce la seduzione della cultura.

La frase in cima a questo blog è per me come un passo della Bibbia, una filosofia, una grande verità. L’uomo che ce l’ha offerta è Ray Bradbury e nel suo capolavoro indiscusso, Fahrenheit 451, ha immaginato un futuro senza libri e dominato da un asservente e caleidoscopico tubo catodico. Siamo di nuovo di fronte a un fenomeno letterario figlio di un passato (il libro è del 1953) che ci sorprende da troppo vicino.

François Truffaut fu uno dei primi a cogliere la grandezza del romanzo, tanto da farci un film nel 1966 con Oskar Werner nella parte di Guy Montag. Da quel momento, anche al cinema, la scena dei libri che bruciano è una sorta di cult.

Oggi la Hbo annuncia che a maggio arriverà il nuovo adattamento di Fahrenheit 451. Il cast è composto da Michael B. Jordan, che interpreterà il pompiere Guy MontagMichael Shannon nel ruolo di Beatty, capo e mentore del protagonista e da Sofia Boutella che sarà Clarisse, un’informatrice che si ritroverà fra gli interessi di Montag e Beatty.

Ramin Bahrani (regista e sceneggiatore)  ha commentato con queste parole il suo coinvolgimento:

E’ stato scoraggiante affrontare Bradbury perché è un genio ed una leggenda. Io e così tante persone adoriamo il suo lavoro. Quando fai un adattamento, cambi delle cose. Sapevo che avrei sconvolto qualcuno. Ho cercato di rimanere fedele ai temi, anche se ho cambiato certi personaggi e linee della trama. Per modernizzarli. Non è stato facile.

Dunque, non vedo l’ora, mi lecco le dita ma le tengo anche saldamente incrociate affinché non sia un adattamento troppo sconvolgente. Capito Ramin?!?!?!

Annunci