Espiazione

 

La scrittura magistrale di McEwan è un vortice che trascina giù il lettore in questo romanzo polifonico dove il punto di vista ribalta continuamente la verità e la realtà e dove montagne di parole creano immagini di una nitidezza dirompente con cui la fotografia del film non può reggere il confronto. Moltiplicando i punti di vista e le storie (quella vera e quella falsa, quelle plausibili e quelle illusorie), McEwan,  crea un romanzo che riflette sul romanzo ; la pecca del film è quella di non aver fatto lo stesso, anche se il finale lascia comunque senza respiro.

Espiazione riflette sul pensiero visionario dell’adolescenza, sull’educazione dell’artista e sul processo di purificazione dell’identità, infatti lo stesso Robbie si chiede: “Quanti anni bisogna avere per capire la differenza tra giusto e sbagliato?”

espiazione-cecilia-robbie

Soltanto il geometrico, cristallino McEwan poteva trascinarci con tanta sapienza in tale vertiginoso labirinto.

la Repubblica

Curiosità sul film;

  • il vestito verde di K.N è stato definito “l’abito migliore di tutti i tempi” nella rivista InStyle
  • è stato film d’apertura alla mostra cinematografica di Venezia del 2007
  • Saoirse Ronan fu candidata all’Oscar all’età di 13 anni
  • il film guadagnò 7 nomination all’Oscar ma vinse solo quello di Miglior colonna sonora a Dario Marianelli

 

Annunci